mercoledì 20 luglio 2022

TUTTE LE CREPE DEL GLOBALISMO

Allontaniamo per un attimo il nostro punto di vista scollegandoci momentaneamente dai fatti più vicini a noi, in modo tale da comprendere meglio cosa sta accadendo in senso generale sul piano dello Scontro Globale.

Dobbiamo essere in grado di saper leggere tra le righe di alcuni fatti che sono accaduti in questo periodo, così facendo comprenderemo meglio, in senso generale, cosa sta avvenendo. Dai frutti ci rendiamo conto se l'albero è buono o cattivo, gli insegnamenti di Gesù Cristo sono sempre fondamentali per farci da guida.

Partiamo dalla dichiarazioni di Bergoglio quando disse: “l’abbaiare della Nato alle porte della Russia ha indotto un’ira che non so dire se sia stata provocata ...ma facilitata forse sì”.

Questo passaggio, detto da cardinale filo globalista, messo all'apice del potere vaticano, attraverso un “golpe” che ha sostituito Benedetto XVI tramite la “Mafia di San Gallo” è fondamentale, perché ci fa capire che la sua posizione, cioè quella di un protagonista principale del NWO, essendo in controtendenza, mette in evidenzia una forte spaccatura sul fronte globalista.

Un ulteriore fatto dirompente, a parer mio, che scardina soprattutto a livello valoriale la cultura della morte diffusa dai globalisti luciferini è la sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti d’America che ribalta la precedente, cioè quella di Roe v Wade del 22 Gennaio 1973, subendo una storica sconfitta. L'attuale sentenza, dopo quasi cinquant’anni, restituisce sovranità agli Stati federali, mettendoli nelle condizioni di poter decidere autonomamente sulla questione dell'aborto, facendo tornare al popolo e ai suoi rappresentati eletti tale decisione, sottratta ingiustamente dal 1973. Questo “frutto” culturale evidenzia un forte indebolimento dell'attuale potere distopico, che mira sempre e principalmente a svuotare i popoli dei loro profondi valori per poterli conquistare meglio.

Un terzo accadimento di rilievo avvenuto durante la notte del 6 luglio 2022, è stata l'esplosione di origine dolosa, arrecata da ignoti, che ha causato parte della distruzione del “Georgia Guidestones”. Il monumento in granito, subito dopo, è stato demolito per questioni di sicurezza perché ormai instabile.

Tale inquietante monumento è stato inaugurato in Georgia, il 22 marzo del 1980, nella contea di Elbert ed è stato finanziato da un uomo che non ha mai voluto rendere pubblica la sua identità. Su otto delle superfici maggiori riportava inciso un messaggio composto da dieci “regole”, o consigli, in otto lingue moderne, una per ogni superficie. Le lingue utilizzate per le iscrizioni sulle facciate verticali erano l'inglese, lo spagnolo, il swahili, l'hindi , l'ebraico, l'arabo, il cinese e il russo. Riporto solo la prima delle dieci regole incise, sicuramente la più inquietante:

1)Mantieni l’Umanità sotto 500.000.000 in perenne equilibrio con la natura.

Il fatto che ignoti abbiano deciso di far saltare uno dei simboli dei globalizzatori luciferini che mirano ad attuare il NWO attraverso anche il loro “Grande Reset”, in cui è prevista anche la depopolazione mondiale secondo i loro parametri, è di fondamentale importanza, perché ci fa comprendere che la consapevolezza a livello generale, su tali tematiche, sta aumentando esponenzialmente.

Se a tutto questo aggiungiamo che la battaglia portata avanti dalla Russia guidata presidente Putin, contro quel mondo unipolare da lui stesso denunciato, la sta vincendo su tutti i piani, a partire da quello spirituale, valoriale e militare, per finire su quello economico monetario, ci si rende conto che, nonostante le apparenze, l'usurocrazia globalista non è più in grado di controllare tutto.

Da quando il Presidente Putin si è messo al comando della Santa Madre Russia, da un punto di vista culturale e valoriale ha portato avanti politiche antiabortiste, nel 2013 firmò una legge che vietava di pubblicizzare l'aborto, non ha consentito la propaganda della cultura gender, ha istituzionalizzato sin da subito la religione cristiana ortodossa come religione di Stato, nella patria del comunismo ateo. Nel 2008 è stata ufficialmente introdotta in Russia La Festa dei Santi Pietro e Fevronia conosciuta anche come “Giornata della famiglia, dell’amore e della fedeltà”.

Oggi il presidente Putin ha l'83% del consenso popolare, ha rinforzato lo spirito del popolo russo e tutto questo gli permette di affrontare con forza e determinazione l'egemonia globale governata dall'usurocrazia attraverso la loro moneta debito.

Anche noi, se vogliamo sconfiggere realmente chi ha colonizzato il nostro Paese, principalmente da un punto di vista spirituale, culturale e valoriale dobbiamo prendere solo esempio da chi è più avanti di noi. In questo caso l'esempio è, la Santa Madre Russia!

"Non c'è albero buono che faccia frutti cattivi, né albero cattivo che faccia frutti buoni. Ogni albero infatti si riconosce dal suo frutto: non si raccolgono fichi dalle spine, né si vendemmia uva da un rovo. L'uomo buono trae fuori il bene dal buon tesoro del suo cuore; l'uomo cattivo dal suo cattivo tesoro trae fuori il male, perché la bocca parla dalla pienezza del cuore." ( Luca 6,43-45)


Amiamo,sogniamo, lavoriamo e costruiamo tutti insieme quel mondo migliore che tutti noi desideriamo vedere davanti ai nostri occhi.



 

Cosimo Massaro.


3 commenti:

  1. Grande e accurata analisi come sempre. Immenso Cosimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore carissima ❤

      Elimina
    2. Mai fidarsi della maggioranza delle persone che sono a favore del NWO. Ricordiamo che la maggioranza delle persone condannò Gesù alla crocifissione. Quindi la legge della maggioranza è fallace. La giustizia è quella che viene dal Cuore Immacolato di ognuno di noi, quindi appelliamoci alla Russia Cristiana se alla fine vedremo la Luce.

      Elimina