venerdì 15 gennaio 2021

UNA TEMPESTA EPOCALE


Siamo sacche di resistenza culturale 

La nostra Repubblica Parlamentare è stata totalmente esautorata dei suoi poteri. Il parlamento non può svolgere più il suo lavoro, i DPCM hanno fatto saltare tutti i processi democratici. Il potere giudiziario, da Tangentopoli fino ai giorni nostri, con il caso Palamara, ha prevaricato il potere legislativo ed esecutivo, rappresentato dalla politica. La vera soluzione, a tutto questo continuo degrado e a tutti quei meccanismi di finanziamento a debito, come anche il Recovery Plan, è quella di riprenderci la nostra Sovranità Monetaria, cioè il nostro sacrosanto diritto di emettere, in qualità di popolo sovrano, la moneta che serve a finanziare tutto ciò di cui uno Stato sociale ha bisogno.

Prima di esporre la vera soluzione, per affrontare questa fortissima crisi economica, indotta attraverso la strumentalizzazione di una “pandemia” funzionale al raggiungimento del Nuovo Ordine Mondiale e del suo “Grande Reset” già programmato, parto dalle disastrose politiche economiche, basate sempre sul debito, messe in atto fino ad ora.

lunedì 16 novembre 2020

LA DITTATURA DELLA MAGGIORANZA AI TEMPI DELLA PANDEMIA

 

di Michele Lamanna

Ci risiamo, ormai è nuovamente lockdown.

Attraverso la collaudata tecnica della “rana bollita”, il governo ha gradualmente reimposto norme restrittive delle libertà fondamentali delle persone. 

Non vogliamo qui discutere circa l’ efficacia o inefficacia di questi provvedimenti; né, di come si è giunti nuovamente a reintrodurli; né, di chi li ha reintrodotti. 

Non vogliamo farlo perché, a monte di tutte queste tematiche, ne esiste un’ altra che, purtroppo paradossalmente, viene quasi sempre data per scontata, quasi che non se ne debba parlare.

martedì 10 novembre 2020

ELEZIONI USA: LA FESTA DI BIDEN E' GIA FINITA

Sembrerebbe che le cose negli USA, in merito  alle elezioni, stiano già prendendo un'altra direzione. Lo avevo già affermato in un mio precedente post su Facebook quando dissi: "da lunedì ne vedremo delle belle".


Le dichiarazioni, in conferenza stampa, della portavoce della Casa Bianca e supervisore della campagna elettorale di Donald Trump, Kayleigh McEnany, sono state chiare, le votazioni non possono considerarsi concluse. Le irregolarità sui brogli elettorali, evidenziate, hanno portato l'amministrazione Trump a denunciare lo Stato della Pennsylvania per frode elettorale(1).

venerdì 6 novembre 2020

TASSE, E TASSE SEMPRE E FORTISSIMAMENTE TASSE

 

di Michele Lamanna


Sono sempre più frequenti le voci che fanno presagire un inasprimento della pressione fiscale e l’ imposizione di una patrimoniale a danno dei cittadini italiani.

Lo ha riferito senza mezzi termini il Commissario europeo per l’ economia, Paolo Gentiloni, che il 15 ottobre scorso, rispondendo all’ interrogazione presentata dalla deputata leghista Silvia Sardone il precedente 30 luglio, ha esplicitamente affermato che la richiesta di Bruxelles di reintrodurre l’ IMU sulla prima casa non rappresenterebbe una novità ( “Le raccomandazioni formulate nell’ ambito del semestre europeo 2017 specificavano che quest’ obiettivo doveva essere raggiunto anche “ con la reintroduzione dell’ imposta sulla prima casa a carico delle famiglie con reddito elevato”.”).

venerdì 16 ottobre 2020

SCONTRO GLOBALE - “RESET” contro “RESET” - Il cambio epocale è alle porte, chi vincerà?

 

Gli scenari apocalittici che stiamo vivendo in questo periodo storico vedono uno scontro finale “...tra i figli della luce e figli delle tenebre” come ha affermato Monsignor Viganò, in una sua lettera inviata al Presidente Trump.

La maggior parte della popolazione, purtroppo, indottrinata dalla propaganda imposta dal pensiero unico dominante non riesce a consapevolizzare la portata degli eventi globali che stanno accadendo. Alla fine di questo scontro il mondo non sarà più come lo abbiamo finora conosciuto.

Da una parte abbiamo il “Deep State”, quello “Stato Profondo” che determina, con la sua regia occulta, le vere sorti della storia. Un sistema di governo che da secoli opera per portare avanti i suoi loschi obbiettivi. Già nella prima metà dell'800 Honoré de Balzac scriveva: “Vi sono due storie: la storia ufficiale, menzognera, che ci viene insegnata ad "usum delphini", e la storia segreta, dove si trovano le vere cause degli avvenimenti, una storia vergognosa.” L'attuale propaganda rappresenta la futura storia scritta per i posteri ad “usum delphini”. Ma noi dobbiamo necessariamente andare oltre, scavare dentro le trame degli eventi e consapevolizzare la verità per far vincere quelle forze della luce che stanno operando per destarci dall'oblio in cui siamo caduti.

martedì 6 ottobre 2020

AUMENTANO I COSTI DI LUCE E GAS - POVERI ITALIANI DISTRUTTI DALLA PEGGIOR CLASSE DIRIGENTE DELLA STORIA

 

Rincari bollette luce e gas: cosa farà l’ “avvocato del diavolo”?

Il 29 settembre scorso, Arera – Autorità di Regolazione Energia Reti e Ambiente - ha emesso un comunicato stampa annunciando che:

Dopo i forti ribassi del secondo trimestre 2020 (-18,3% l'elettricità e -13,5% il gas), continuati anche nel terzo trimestre per il gas (-6,7%), con un leggero rialzo per l'elettricità (+3,3%), con il rafforzamento della ripresa delle attività economiche e dei consumi arriva il 'rimbalzo' per i prezzi dell'energia che tornano su livelli vicini a quelli pre-Covid. Per la famiglia tipo in tutela la forte crescita delle quotazioni nei mercati all'ingrosso porta ad un rialzo per la bolletta dell'elettricità del +15,6% e per la bolletta gas del +11,4%, dato quest'ultimo legato anche alla consueta stagionalità con la relativa crescita della domanda.”.

Ora, il problema è che:

giovedì 24 settembre 2020

VOTAZIONI 2020: IL DISASTRO CONTINUA

 


Governo  delegittimato

Da questa ultima tornata elettorale emergono alcuni dati fondamentali. 
Per domare e piegare un  popolo  basta   terrorizzarlo  e  impaurirlo. L'élite dominante conosce molto bene questi meccanismi di ingegneria sociale, ecco perché, con il covid-19, hanno lavorato mass-mediaticamente sulla atavica paura dell'uomo che ha nei confronti della morte. 

Un'ulteriore dato fondamentale che emerge  è questo: 
la  "democrazia diretta"  è pura utopia. 
Votare per un referendum, quando  tutti i canali mass-mediatici ufficiali, sono in mano al potere usurocratico , farà plasmare il consenso e indirizzerà le scelte di un popolo verso  gli interessi dell'usurocrazia stessa.
Per gli  stessi motivi, in fondo,  la democrazia stessa non può attuarsi se questa è fortemente  condizionata dai  poteri forti. Ricordo sempre che sia Gesù Cristo che Socrate sono stati condannati a morte  con verdetti "democratici". 

Dopo questa breve introduzione espongo un  mio personale pensiero che prende in considerazione solo  alcuni punti essenziali di questa tornata elettorale 2020:

▶️Referendum NO - SI
Ha vinto il SI grazie alla propaganda portata avanti sia dai partiti di governo che da quelli di  opposizione... Licio Gelli (P2) saluta e ringrazia, la rappresentanza democratica è stata "finalmente" ridotta. 
Taglio dei parlamentari :
Piano di rinascita democratica della P2


Ora per le lobby di potere sovranazionali ci saranno meno uomini da pagare e gestire.
Il taglio della spesa pubblica è solo uno specchietto per le allodole dove ha  abboccato tutta quella fascia di popolazione indottrinata dalla propaganda. 
Il lato  positivo è che un buon 30% dei votanti, formato da informati attivi e dai  non allineati alle indicazioni dei  leader di partito hanno votato per il NO.
Questo dato dovrebbe stimolare la nascita di un nuovo soggetto politico inclusivo che unisca tutte queste anime ribelli che non sono schiavizzate  dal pensiero unico dominante. 

mercoledì 16 settembre 2020

XIV MEMORIAL ORIANA FALLACI

 

Aggiungi didascalia
Grazie all'impegno organizzativo di Armando Manocchia, di Imola Oggi, il XIV Memorial Oriana Fallaci,  è stato un vero successo. L'evento si è svolto a Firenze presso il Grand Hotel Baglioni. 


Subito dopo la conferenza stampa, con la partecipazione di varie testate giornalistiche, ha aperto i lavori il Prof. Meluzzi dando la parola, per 4 minuti a testa, ad ognuno dei presenti. Dal confronto di  questa prima sessione è uscita una perfetta analisi di tutti i vari  problemi che sta subendo la società odierna  in  questo drammatico periodo storico, dove eventi epocali e globali stanno stravolgendo la vita di tutti i cittadini.

domenica 2 agosto 2020

COVID-19: GOVERNO SOTTO ACCUSA - STRAGE DI STATO E COLPO DI STATO



Coronavirus: il governo, attraverso l'Avvocatura dello Stato, contrasta la decisione del TAR del Lazio che aveva accolto l’istanza della Fondazione Einaudi ad  ottenere l’accesso agli atti del Comitato Tecnico Scientifico su cui   si sono basati  i dpcm del presidente del Consiglio. 

Perché il Governo sta  facendo di tutto per bloccare queste informazioni?
Evidentemente hanno il terrore che la verità venga a galla! 
Sono consapevoli che hanno affrontato  l'emergenza sanitaria  in maniera disastrosa .

venerdì 31 luglio 2020

PATTO JULIAN ASSANGE : NO ALLA PROROGA DELLO STATO D’EMERGENZA

         
In qualità di aderente al Patto Julian Assange invito a condividere e a partecipare  sabato 1 agosto, ad una giornata di protesta sui Social Network e sul Web per dire no alla proroga dello Stato d’emergenza.

                      Cosimo Massaro





COMUNICATO:
          
         
NO ALLA PROROGA DELLO STATO 
D’EMERGENZA
SABATO 1 AGOSTO PROTESTA SUI SOCIAL NETWORK E IN RETE 
 
Sebbene non ci siano evidenze cliniche né scientifiche a supporto, si continua con la proroga dello stato di emergenza fino al 15 ottobre, con poca chiarezza sui protocolli da adottare.
Il terrorismo sanitario continua a essere utilizzato come uno strumento ordinario di governo. Palazzo Chigi ha deciso di prorogare una condizione di privazione e limitazione dei diritti con la scusa della “circolazione del virus”: un evidente pretesto per continuare a mantenere poteri eccezionali, per sovvertire l’ordine costituzionale e impedire manifestazioni e proteste di piazza già previste per il prossimo autunno. 
Gli aderenti al Patto Julian Assange sono contrari ad accettare che la tutela della salute sia utilizzata come un alibi per imporre limitazioni dei diritti sociali e civili, sottoponendo i cittadini a restrizioni sempre più invasive della libertà e della privacy o ad accettare misure indegne di un Paese che si dice democratico. 
Per questo invitiamo chiunque condivida questa denuncia a prendere parte attiva, sabato 1 agosto, a una giornata di protesta sui Social Network e sul Web per dire no alla proroga dello Stato d’emergenza.
                                     
   
                                                                       Gli aderenti al Patto Julian Assange